Afghanistan/ Holbrooke, subito il voto. Poi si penserà alla ricostruzione. Apprezzamento a Frattini per il ruolo dell’Italia

Pubblicato il 27 Luglio 2009 23:10 | Ultimo aggiornamento: 28 Luglio 2009 1:32

223753_ANJ106_APDopo le elezioni in Afghanistan, ci sarà un piano di ricostruzione istituzionale e produttivo di ampia portata, da attuarsi in 100 giorni, al fine di dare alla popolazione un forte segnale di natura democratica.

È quanto è emerso dalla cena tra gli alleati impegnati in Afghanistan, invitati questa sera a Bruxelles dal rappresentante speciale Usa per l’Afghanistan, Richard Holbrooke.

Dal diplomatico statunitense, il ministro degli esteri Franco Frattini ha ricevuto parole di apprezzamento per il ruolo svolto dall’Italia in Afghanistan. Allo stesso modo è stato ugualmente formalizzato l’apprezzamento per gli impegni di India e Pakistan che hanno dislocato le loro truppe, con un invito a sostenerli rivolto agli alleati.

Ora gli sforzi di tutti sono concentrati nel garantire elezioni regolari, con alta affluenza senza problemi di ordine pubblico.