Afghanistan/ I talebani invitano al boicottaggio delle elezioni presidenziali. Appello alla jihad per liberare il paese occupato

Pubblicato il 30 Luglio 2009 10:57 | Ultimo aggiornamento: 30 Luglio 2009 13:33

talebaniAltro che tregua e accordi di pace. A Kabul, in vista delle imminenti votazioni i talebani rialzano la testa e si preparano allo scontro. Prima parola d’ordine è boicottare le elezioni presidenziali e provinciali. Questo l’appello lanciato per destabilizzare la tornata elettorale afghana del 20 agosto. L’invito ha come obiettivo anche quello di fomentare attacchi ai seggi «per liberare il paese occupato» con la guerra santa.

Insomma, gli integralisti puntano a trasformare l’appuntamento alle urne in una vera e propria guerra santa. Nella nota diffusa dai ribelli afghani si legge che «per ottenere una vera indipendenza, invece di recarsi a centri elettorali fasulli, (gli afghani) devono andare nella trincea della jihad, e attraverso la resistenza e la jihad devono liberare il Paese occupato dagli invasori».