Afghanistan: Karzai ha giurato per un nuovo mandato

Pubblicato il 19 Novembre 2009 8:15 | Ultimo aggiornamento: 19 Novembre 2009 8:42

Hamid Karzai ha giurato per il suo secondo mandato. Enormi le misure di sicurezza per la cerimonia svolta nel palazzo presidenziale della capitale afghana e a cui ha assistito tra gli altri il segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, oltre al ministro degli Esteri britannico, David Miliband, e il capo della diplomazia francese, Bernard Kouchner.

Durante la cerimonia Karzai ha giurato solennemente di “rispettare ed applicare la costituzione afghana”, aggiudicandosi il secondo mandato dopo aver vinto le elezioni del 20 agosto ed essere stato dichiarato definitivamente vincitore nel ballottaggio del 7 novembre scorso per il ritiro del suo sfidante, Abdullah Abdullah.

“In Afghanistan manca un istituto nazionale anti-corruzione che possa formare i funzionari delle pubbliche amministrazioni. L’Italia si candida a giocare un ruolo importante – assicura -. Lo abbiamo fatto formando centinaia di funzionari iracheni nelle municipalità e nel governo centrale, lo possiamo fare anche qui. Karzai deve fare delle scelte, non solo dei suoi ministri ma anche dei governatori, riguardanti persone immuni da corruzione”. Queste le parole di Hillary CLinton, presente alla cerimonia, che conferma che la comunità internazionale è disposta a sostenere il nuovo governo, ma l’esecutivo deve proseguire nella ricostituzione delle forze di sicurezza e fornire “benefici tangibili” alla popolazione.

Anche i ministri degli Esteri dei Paesi impegnati in Afghanistan – per l’Italia Franco Frattini – sono a Kabul per ascoltare le promesse di Karzai sulla lotta contro la corruzione e per le riforme in una nazione ancora dilaniata dalla guerra e in buona parte sotto il controllo dei Talebani.