Afghanistan. Luglio il mese con il più alto numero di morti americani dall’inizio della guerra

Pubblicato il 30 luglio 2010 10:53 | Ultimo aggiornamento: 30 luglio 2010 10:53

Tre soldati americani sono morti in due esplosioni separate in Afghanistan, portando il bilancio delle vittime Usa a luglio ad almeno 63 e rendendo il mese il più sanguinoso della guerra cominciata 9 anni fa.

Un comunicato della Nato informa venerdi che i tre sono morti in esplosioni il giorno precedente nell’Afghanistan meridionale. Il comunicato non precisa le identità delle vittime, ma funzionari Usa hanno detto che i tre sono americani.

I comandanti Nato e americani avevano avvertito che le vittime sarebbero aumentate in occasione dell’offensiva delle forze internazionali contro i talebani, specialmente nelle loro roccaforti meridionali di Helmand e Kandahar. Il presidente Barack Obama lo scorso dicembre ha ordinato l’invio di altri 30 mila soldati Usa per combattere gli insorti.

Il totale dei 63 americani morti a luglio è stato fornito dall’Associated Press, che segue il conteggio delle vittime. Giugno è stato invece il mese più sanguinoso sia per le forze Usa che della Nato. Il totale delle vittime della forza internazionale è stato di 104 morti, inclusi 6o americani.