Afghanistan, visita a sorpresa di Obama: niente incontro con Karzai “causa maltempo”

Pubblicato il 3 Dicembre 2010 17:18 | Ultimo aggiornamento: 3 Dicembre 2010 19:34

Barack Obama

Il presidente americano Barack Obama è giunto in Afghanistan per una visita a sorpresa.  Obama però non incontrerà il presidente afghano Hamid Karzai a Kabul, come da programma, perché a causa del maltempo non è stato possibile l’atterraggio nella capitale. Secondo il programma Obama riceverà informazioni sulla situazione e parlerà alle truppe, riferiscono i media Usa. Tra i due presidenti solo una telefonata, dato che il maltempo non ha permesso di organizzare una videoconferenza.

La visita afghana avviene proprio quando nel mondo scoppia lo scandalo Wikileaks e potrebbe non essere un caso. I documenti americani divulgati da Assange mostrano tutti i dubbi di Washington sul presidente alleato di un paese dove gli Stati Uniti conducono una guerra da 10 anni.

Il ritratto di Karzai emerso dai “cable” Wikileaks è davvero poco lusinghiero: “debole” e “paranoico”. L’ambasciatore Usa a Kabul, Karl Eikenberry, in un cablogramma inviato a Washington nell’aprile del 2009. Riferendosi a Karzai, Eikenberry scrive: “La sua incapacità di gestire anche i più rudimentali principi riguardanti la costruzione di uno Stato e la sua profonda insicurezza come leader, combinate con la sua incapacità ad ammettere anche il minimo errore, rendono vani i nostri sforzi di considerare Karzai un partner responsabile”.

Un consigliere di Obama ha specificato che la visita “a sorpresa” ha richiesto una preparazione di circa un mese.