Afghanistan, stop ai negoziati diretti con gli Usa sulla sicurezza

di Redazione Blitz
Pubblicato il 19 Giugno 2013 11:05 | Ultimo aggiornamento: 19 Giugno 2013 11:05
Afghanistan, stop ai negoziati diretti con gli Usa sulla sicurezza

Hamid Karzai e Barack Obama (Foto Lapresse)

KABUL – L’Afghanistan ha sospeso i negoziati diretti con gli Stati Uniti per un accordo bilaterale sulla sicurezza. La decisione del governo di Hamid Karzai è stata presa dopo la partenza di un inviato americano verso Doha, in Qatar, per trattare con l’ufficio politico dei talebani. 

Per Kabul è importante che l’amministrazione di Barack Obama tratti e dialoghi solo con gli afghani, e quindi con il governo ufficiale, non con i talebani.

Il portavoce del presidente afghano Karzai ha spiegato che “durante una riunione di emergenza il presidente ha deciso di sospendere il negoziato con gli Usa a causa delle dichiarazioni diffuse e le iniziative invece intraprese riguardo al processo di pace” dopo l’apertura di un ufficio politico dei talebani in Qatar.

È probabile che una delle ragioni della decisione di Karzai sia legata al fatto che Washington ha ufficialmente affermato di sostenere un processo di pace “guidato dagli afghani” ma nello stesso tempo ha annunciato la partenza verso Doha dell’inviato speciale per l’Afghanistan e Pakistan, James Dobbins, per negoziati diretti con i talebani.