Al Sisi licenzia il generale dei servizi segreti Tareq Ali Saber, quello del caso Regeni

di Redazione Blitz
Pubblicato il 15 Gennaio 2021 10:18 | Ultimo aggiornamento: 15 Gennaio 2021 10:18
Al-sisi licenzia il generale dei servizi segreti Tareq Ali Saber, quello del caso Regeni

Al-sisi licenzia il generale dei servizi segreti Tareq Ali Saber, quello del caso Regeni (foto Ansa)

Al Sisi ha degradato il generale dei servizi segreti egiziani sotto accusa per la morte di Giulio Regeni.

Tareq Ali Saber, questo il nome del generale, ora si occuperà di carte di identità. Lo spiega Repubblica.

Il generale è stato rimosso due giorni fa dall’ufficio incaricato di monitorare ong, sindacati e organizzazioni politiche.

Proprio a lui, infatti, arrivò la denuncia del capo del sindacato ambulanti Mohammed Abdallah sulle presunte attività sospette di Giulio Regeni.

Lui è accusato di aver deciso di sorvegliare Regeni, di aver deciso di di arrestarlo e di aver deciso di torturarlo fino alla morte.

Tareq Ali Saber rimosso dall’ufficio che monitora le ong. Ora si occuperà di carte di identità

Ufficialmente non si può parlare di una rimozione, Tareq Ali Saber infatti resterà nei servizi ma comunque è decisamente una perdita di grado.

Restano le domande: cosa è successo? Perché Al Sisi ha deciso di rimuovere Tareq Ali Saber da quell’ufficio? C’entra qualcosa tutto questo col caso Giulio Regeni?

Sembra davvero difficile che tutto questo non abbia a che fare con il caso della morte del ricercatore italiano. Sembra impossibile che tutto questo non abbia a che fare anche col caso dell’arresto dello studente egiziano dell’università di Bologna  Patrick Zaki.

Cosa sta succedendo in Egitto in queste ore? (Fonte: La Repubblica)