L’Argentina dice sì alle nozze gay: è la prima voltra in America Latina

Pubblicato il 15 luglio 2010 9:26 | Ultimo aggiornamento: 15 luglio 2010 9:42

Il presidente dell'Argentina Cristina Fenandez de Kirchner

In Argentina diventano legali i matrimoni gay: il Senato ha approvato la legge che autorizza le unioni omosessuali, dopo che la Camera lo aveva già approvato lo scorso 5 maggio. L’Argentina è il primo Paese dell’America latina ad autorizzare i matrimoni gay.

Dopo una seduta durata 16 ore la legge è passata con soli sei voti di scarto: 33 senatori favorevoli, 27 contrari e tre astenuti. Ad affrontarsi sono stati i partiti di sinistra e gruppi “kichneristi” della presidente Cristina Fernandez Kirchner, e organizzazioni cattoliche, che si oppongono invece alla proposta di legge.

Il risultato ha suscitato l’euforia dei manifestanti che si erano radunati davanti al parlamento.