Siria, governo di Assad minaccia: “Useremo le armi chimiche se ci attaccano”

Pubblicato il 23 luglio 2012 13:00 | Ultimo aggiornamento: 23 luglio 2012 13:01
Armi chimiche

(LaPresse)

BEIRUT – “Le armi chimiche sono sotto il controllo dell’esercito e le useremo solo in caso di aggressione esterna”.  Jihad Maqdisi, il portavoce del ministero degli Esteri siriano, lo ha dichiarato alla tv di Stato. Le dichiarazioni del regime siriano arrivano dopo l’attentato dei ribelli in cui sono morti due ministri ed il viceministro Assef Shawkat, cognato di Bashar al-Assad.

Maqdisi ha dichiarato: “”I depositi di armi chimiche sono sotto il pieno controllo delle autorità. Il ricorso alle armi chimiche è previsto solo in caso di aggressione esterna”.

Il ministro degli Esteri italiano Giulio Terzi ha dichiarato da Bruxelles: “La battaglia dell’esercito siriano contro la propria popolazione rasenta la pulizia etnica e i crimini contro l’umanità”.