Australia: Bob Carr nuovo ministro degli Esteri

Pubblicato il 2 Marzo 2012 9:24 | Ultimo aggiornamento: 2 Marzo 2012 9:27

SYDNEY – La premier laburista australiana Julia Gillard, riconfermata lunedi' alla guida del partito e del governo dal gruppo parlamentare laburista nella sfida lanciatale dal suo predecessore Kevin Rudd, ha annunciato oggi un rimpasto di governo, dopo settimane di conflitti piu' o meno sotterranei entro la compagine governativa. Gillard ha nominato per il portafoglio degli Esteri, in luogo di Rudd che si era dimesso clamorosamente dalla carica, l'ex premier del Nuovo Galles del sud Bob Carr, 64 anni, che per 10 anni dal 1995 ha guidato il piu' popoloso degli stati della federazione, con capitale Sydney.

Nella conferenza stampa congiunta Carr, che aveva lasciato la politica ed entrera' ora nel Senato nel seggio di un laburista dimissionario, ha detto che non avrebbe potuto dire di no a Gillard. ''Non siamo noi a scegliere il momento, molto spesso e' il momento che sceglie noi'', ha osservato. Ha poi reso omaggio ai successi di Rudd come ministro degli Esteri, ha promesso di continuare i suoi sforzi tesi a ottenere per l'Australia un seggio nel Consiglio di Sicurezza dell'Onu, e di chiederli consiglio in questioni come le relazioni con la Birmania.

Dopo settimane di voci e di tensioni, Gillard aveva ordinato un voto di fiducia dei 103 parlamentari laburisti, ottenendo 71 voti contro i 31 del 'ribelle' Rudd, che siede ora negli ultimi banchi della Camera. Gli analisti stimano pero' che il conflitto lascera' tracce e limitera' le chance del partito di restare al potere dopo le elezioni nella seconda meta' del 2013.