Australia, elezioni anticipate il 21 agosto

Pubblicato il 17 luglio 2010 8:31 | Ultimo aggiornamento: 17 luglio 2010 8:32

Julia Gillard

Gli australiani andranno alle urne per elezioni anticipate il 21 agosto. Lo ha annunciato la nuova premier Julia Gillard in una conferenza stampa, poco dopo essersi recata dal governatore generale Quentin Bryce, a cui ha chiesto si sciogliere il parlamento ed emettere l’ordinanza di convocazione.

L’opposizione conservatrice, sconfitta alle elezioni del 2007 dopo 11 anni al governo, ha bisogno di conquistare almeno 17 dei 150 seggi alla Camera, con uno ‘swing’ a suo favore del 2,3%, per tornare al potere. Julia Gillard, la prima donna a guidare il governo federale, è stata nominata tre settimane fa dal gruppo parlamentare laburista che ha sfiduciato il suo predecessore, Kevin Rudd, dopo una serie di sondaggi negativi, e ha deciso di convocare al più presto la consultazione con l’obiettivo di avvantaggiarsi della ”luna di miele” con gli elettori, che ha fatto risalire i consensi per il governo.

Dalla sua nomina, non ha perso tempo nell’affrontare i nodi irrisolti che avevano danneggiato i consensi per il governo Rudd, di cui peraltro era vice premier. Ha presto raggiunto un accordo con le grandi compagnie minerarie, accordando profonde concessioni sulla ventilata tassa sui loro super profitti. Ha quindi affrontato con risultati finora incerti la questione dei richiedenti asilo che arrivano via nave e si prepara ad annunciare piani per affrontare il cambiamento climatico.