Arrivata negli Usa Zhang Anni, la più giovane prigioniera politica in Cina

Pubblicato il 11 settembre 2013 13:49 | Ultimo aggiornamento: 11 settembre 2013 13:49
Zhang Anni

Zhang Anni

SHANGHAI, CINA – E’ atterrata a San Francisco, negli Stati Uniti, Zhang Anni, considerata la più giovane prigioniera politica in Cina. La bambina, di dieci anni, è la figlia del dissidente Zhang Lin, in galera da anni. L’uomo è uno dei maggiori esponenti del movimento per la democrazia del 1989 nella provincia dell’Anhui ed è stato per oltre 13 anni in galera con l’accusa di sovversione.

Era un esponente del partito China Democracy Party (CDP), bandito nel 1998. Attualmente è ancora in carcere proprio per le proteste messe in campo per permettere a sua figlia di andare a scuola. Lo scorso 27 febbraio, infatti, le autorità cinesi impedirono alla piccola di andare a scuola, tenendola in custodia per alcune ore.

Ancora fino ad oggi, nonostante le proteste di una trentina di attivisti ad aprile che però portò alla detenzione e agli arresti domiciliari di tutta la famiglia. Zhang padre decise quindi di scappare per portare il suo caso a Pechino insieme alla figlia, ma furono presi e riportati a Bengbu, dove vivevano, con la promessa che niente gli sarebbe successo.

Invece alla piccola Anni non è stato permesso di andare a scuola e per il padre si riaprirono le porte del carcere, dinanzi al quale la piccola ha anche manifestato chiedendo la liberazione del padre e la possibilità di tornare a scuola. Grazie all’interessamento di alcuni attivisti, tra i quali Hu Jia, Anni ha ottenuto dal consolato americano di Shanghai il visto ed è partita per gli Usa dove è ospite di una Ong.