Assalto flottiglia, Israele verso l’espulsione di 50 attivisti turchi

Pubblicato il 2 Giugno 2010 8:15 | Ultimo aggiornamento: 2 Giugno 2010 8:48

Un primo gruppo di 50 attivisti turchi della flottiglia filo-palestinese fermata dal blitz israeliano ha lasciato nella notte la prigione di Beer Sheva per essere espulsi. Lo ha annunciato un responsabile governativo di Israele.

“Un primo contingente di circa 50 cittadini turchi arrestati a bordo della flottiglia hanno lasciato in autobus la prigione di Beer Sheva per l’aeroporto Ben Gurion (vicino Tel Aviv), dove verranno espulsi”, ha dichiarato la fonte.

“In totale oltre 300 cittadini turchi saranno espulsi: due o tre aerei li attendono a questo scopo”, ha precisato il responsabile governativo israeliano. In precedenza, un comunicato dell’ufficio del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu aveva annunciato che tutti i cittadini stranieri arrestati durante l’operazione israeliana contro la flottiglia filo-palestinese saranno espulsi da Israele.