Brasile: Lula multato per avere anticipato la campagna elettorale

Pubblicato il 19 Marzo 2010 15:21 | Ultimo aggiornamento: 19 Marzo 2010 15:21

Non contento dei successi ottenuti e di avere trasformato il Brasile in una potenza mondiale,  Luiz Inacio Lula Da Silva, il presidente, ha ecceduto nello spingere la candidatura della sua possibile successore, Dilma Roussef, ministra del suo governo. E si è beccato una multa per “anticipo di campagna elettorale. In effetti in presidente brasiliano, il cui mandato sta per esaurirsi e che è ineleggibile, avendo già consumato due mandati. si è molto impegnato a far conoscere come candidata alla presidenza la sua delfina e lo ha fatto in tempi “proibiti” dalla legge elettorale brasiliana.

Lula è stato accusato dal partito concorrente al suo, Partito della Socialdemocrazia brasiliana,(il suo è il Partito dei Lavoratori) di avere da più di un anno propagandato e spinto in tutte le occasioni pubbliche possibili, la sua ministra come futura presidente. Ciò avviene regolarmente da quando Lula ha scelto la ministra alla Casa Civil come propria erede alla presidenza. La signora non era molto conosciuta, piazzandosi intorno a un 3% di notorietà pubblica. Dopo gli appoggi e le comparsate insieme al popolarissimo Lula la sua audience è salita al 30%. Si dice, in Brasile, che la donna ha anche cercato di cambiare il suo look, sottoponendosi a lifting e diete ferree per migliorare la propria immagine in vista della campagna elettorale. La multa affibbiata al presidente è di 5 mila Real.