Bus a fuoco, Trump Jr ironizza su Twitter: “Perché non dovremmo volere gente perbene così?”

di Alberto Francavilla
Pubblicato il 21 marzo 2019 9:38 | Ultimo aggiornamento: 21 marzo 2019 9:38
Bus a fuoco, Donald Trump Jr ironizza su Twitter: "Perché non dovremmo volere gente perbene così?"

Bus a fuoco, Trump Jr ironizza su Twitter: “Perché non dovremmo volere gente perbene così?”

ROMA – La vicenda del bus di San Donato Milanese arriva negli Stati Uniti, e addirittura il figlio di Trump si mette a fare dell’ironia sulla nazionalità nigeriana del piromane: “Perché un Paese non dovrebbe volere più gente perbene come questa!?!”. Il primogenito del presidente americano ha ironizzato su Twitter su un episodio drammatico che avrebbe potuto assumere i contorni di una tragedia, quello dell’autista di origini senegalesi ha sequestrato un autobus pieno di ragazzini e gli ha dato fuoco.

Donald Trump junior ha ritwittato il post di un giornalista americano che dava notizia della vicenda del dirottamento, aggiungendo il suo commento evidentemente sarcastico nei confronti degli oppositori alla politica di Salvini (e di Trump padre) sui migranti.

Peccato che Ousseynou Sy sia un italiano, anche se di origine senegalese. Solo due ore prima del folle gesto, al bar della stazione, dove era solito prendere un caffè prima di salire a bordo del suo mezzo era apparso “tranquillissimo”. Al barista Sy ha semplicemente detto: “Porto i ragazzi in palestra e torno”. I suoi colleghi che partono con i loro autobus dal piazzale antistante la stazione si dicono “costernati”. “L’ho visto martedì – racconta uno di loro – mi ha salutato come al solito e mi ha chiesto come stavo. E’ inimmaginabile che abbia fatto una cosa del genere”.

Ricordano i problemi che ebbe nel 2007 quando fu condannato per guida in stato d’ebbrezza perché sorpreso ubriaco alla guida di un’auto a Brescia; ricordano che si era incupito quando, dieci anni fa si era separato dalla moglie, che vive a Castelleone, a pochi chilometri di distanza, e gli erano stati tolti i figli che vedeva solo di tanto in tanto.
Mai lo avevano sentito parlare di immigrazione, di islam o di politica in modo particolare (anche se una coppia di giovani che vive accanto a lui ritiene di averlo sentito qualche giorno fa discutere animatamente al telefono della situazione in Senegal).