California/ Approvato piano per salvare il bilancio, tagli per 15 mld di dollari

Pubblicato il 25 Luglio 2009 18:30 | Ultimo aggiornamento: 25 Luglio 2009 19:06

Per rimpinguare le casse della California ci voleva Terminator. Il “Golden State” è da tempo sull’orlo della bancarotta e deve confrontarsi con un deficit da 26,3 miliardi di dollari. Dopo un’estenuante seduta protrattasi fino alle tre del mattino e durata oltre venti ore, il parlamento della California ha approvato una nuova legge di bilancio che dovrà riuscire nella difficile impresa di risollevare le sorti finanziarie dello Stato. Il testo, che contiene un ampio pacchetto di tagli alla spesa a largo raggio, dovrà ora essere firmato dal governatore Arnold Schwarzenegger.

Il parlamento californiano e il governatore avevano trovato un accordo sul testo lunedì scorso, dopo un anno di durissime trattative. Il piano prevede tagli complessivi per 15 miliardi di dollari, che interesserano anche servizi fondamentali come l’educazione e la sanità. Non sono però previsti aumenti delle imposte, come era obiettivo dal “Governator”. Quasi tutte le misure presenti nel testo originale sono state approvate, tranne un provvedimento che avrebbe consentito l’estrazione di petrolio al largo della costa di Santa Barbara, dalla quale si attendevano introiti per 100 milioni di dollari.

«Non siamo ancora fuori dal tunnel. Ci potrebbero essere nuovi cali delle entrate e in sei mesi potremmo essere costretti ad approvare nuovi tagli» ha avvertito Schwarzenegger, che però si è detto fiducioso nella ripresa di quella che viene considerata l’ottava economia del mondo. La crisi di bilancio, accompagnata da un forte aumento della disoccupazione e da un’esplosione dei pignoramenti, aveva posto le finanze pubbliche californiane in uno stato così precario da costringere Sacramento ad emettere degli “Iou”, promesse di pagamento senza scadenza specifica. I negoziati sono stati particolarmente difficili in quanto la costituzione californiana prevede una maggioranza di due terzi per l’approvazione della legge di bilancio.