Canada/ Invece di mangiare l’ostia, il premier protestante se la mette in tasca. Indignazione tra i cattolici

Pubblicato il 9 Luglio 2009 10:52 | Ultimo aggiornamento: 9 Luglio 2009 18:33

Miracoli della fede: a volte, nei momenti di più mistifico fervore, le ostie consacrate cominciano a sanguinare. A volte, come successo recentemente al primo ministro canadese Stephen Harper, le ostie scompaiono. O meglio, come testimonia un video su You Tube, può accadere che l’uomo politico, di fede protestante, durante una funzione religiosa cattolica, si metta l’ostia in tasca.

L’incidente religioso-diplomatico non poteva non scatenare reazioni indignate. Le associazioni cattoliche canadesi, così come diversi prelati, hanno espresso la loro indignazione per l’accaduto. L’ufficio stampa di Harper, attualmente a L’Aquila, ha prontamente negato la faccenda. Lo speaker del senato canadese Noël A. Kinsella, presente anch’egli alla funzione religiosa, «giura di aver visto il premier consumare l’ostia offertagli dall’arcivescovo André Richard».

Nel protestantesimo l’ostia rappresenta un simbolo della presenza di Cristo ma la comunione non è un sacramento, mentre secondo il dogma cattolico, l’ostia, al momento della creazione, diventa veramente il corpo e il sangue di Cristo.