Il certificato di nascita di Obama è truccato? Sette dubbi sul documento

Pubblicato il 28 Aprile 2011 12:03 | Ultimo aggiornamento: 28 Aprile 2011 12:03

NEW YORK – “Born in the Usa”, afferma fiero il presidente americano Barack Obama ma il partito dei birthers non si dà per vinto perché sguinzaglia su internet sette dubbi sul documento che doveva mettere a tacere le voci di chi sostiene che sia nato in Kenya.

Andiamo con ordine e sotto troverete anche le foto annesse. Ecco le domande pubblicate da “The smoking gun”. Perché se il certificato si trova in un volume rilegato e pure vecchio, le scritte sono così nitide e la carta in ottimo stato?

E ancora: perché se Obama è nato il 4 agosto del 1961 è stato registrato quattro giorni dopo, cioè l’8? Perché vicino alla casella di chi testimonia la nascita del piccolo futuro leader c’è uno scarabocchio?

David A. Sinclair,l’uomo che ha firmato il certificato, è morto otto anni fa all’età di 81 anni, quindi è difficile interpellarlo in merito. Inoltre sopra la casella del bimbo campeggiano due x. L’unico riquadro spuntato però è quello del bimbo singolo, ma allora perché ci sono quei segni sopra la parola gemelli o più?

Che dire dei quattro numeri misteriosi segnati con la matita sul lato destro del certificato o ancora della firma alla casella numero 21 che per il sito Usa è una mossa per rimarcare che è nato nelle Hawaii?