La classifica delle First Ladies più chic: Michelle Obama prima, Veronica Lario ottava

Pubblicato il 23 novembre 2010 14:35 | Ultimo aggiornamento: 23 novembre 2010 14:35

Il sondaggio in Rete dell’Huffington Post e del mensile W incorona Michelle Obama First Ladies più chic del mondo.

I colori decisi, i cardigan e le cinture l’hanno resa un simbolo di stile. Grazie ai suoi bicipiti bionici, alla Obama viene consigliato di provare gli abiti belga di tendenza Oliver Theyskens.

Al secondo posto c’è Carla Bruni. Già abituata alla passerella, dopo le nozze con Sarkosy è dovuta diventare più austera evitando ad esempio i tacchi alti. Veste soprattutto Dior, le suggeriscono Cèline e Givenchy.

Al teerzo posto c’è Samantha Cameron. Figlia di un baronetto, la moglie del premier britannico era già entrata quando era incinta nella classifica di Vanity Fair. Le consigliano di vestire Hakaan.

5 x 1000

Quarto posto a Chantal Biya. La First Ladis del Camerun ha il gusto dell’eccesso ed anche una capigliatura massimalista: il suo look viene soprannominato “banane”. Perfetta fonte d’ispirazione per Roberto Cavalli o Christian Lacroix.

Quinto posto: Consoles Espinosa. La moglie di Zapatero è sempre all’altezza. Spesso vestita di nero e con un taglio di capelli molto chic, dovrebbe provare gli abiti Loewe.

Sesto posto per Bettina Wulff, moglie del Presidente tedesco Christian Wulf. Bettina viene giudicata come il contraltare sexy a un marito un po’ troppo serioso. Alta, statuaria, ha un imprevedibile tatuaggio tribale sulla spalla destra e trarrebbe vantaggio da uno shopping da Dsquared.

Settimo posto: Asma al-Asad. La prima donna siriana non esce senza scarpe Louboutin e si trucca poco. Nata ed educata a Londra, figlia di un cardiologo, ha una passione per le collane di design e sembra fatta apposta per i modelli di The Row.

Mezione d’onore anche per la divorzianda nostrana Veronica Lario. La ex moglie di Silvio Berlusconi ha le labbra di Angelina Jolie: secondo il mensile dovrebbe truccarsi un po’ meno e vestire anche Valentino e Azzedine Alaia.