Cnn: “Al G7 Conte schierato con Trump sul ritorno della Russia”. Da qui il tweet di endorsement

di Maria Elena Perrero
Pubblicato il 28 Agosto 2019 11:54 | Ultimo aggiornamento: 28 Agosto 2019 11:55
Giuseppe Conte e Donald Trump

Giuseppe Conte e Donald Trump (Foto Ansa)

MILANO – Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, avrebbe chiesto il ritorno della Russia al G7 (ex G8). Lo ha fatto al vertice di Biarritz, in Francia, lo scorso fine settimana, come aveva già fatto un anno fa al G7 di Charlevoi, in Canada. E per questo sarebbe poi stato appoggiato ufficialmente da Donald Trump via Twitter.

Conte si è schierato con il presidente americano contro il parere opposto della cancelliera tedesca Angela Merkel, del premier britannico Boris Johnson e di quello canadese Justin Trudeau in quella che la Cnn definisce un “aspro scontro” durante la cena ufficiale di sabato. E probabilmente proprio per questo due giorni dopo è arrivato il tweet di endorsement di Trump per Conte. 

Secondo la Cnn Trump ha insistito per mettere al voto una decisione su Vladimir Putin, ma ha dovuto poi lasciar perdere perché non aveva i voti necessari. A sostenerlo apertamente ci sarebbe stato solo Conte, colui che su Twitter il presidente americano ha definito “l’altamente rispettato primo ministro della Repubblica italiana”, che “ha rappresentato l’Italia in modo energico al G7. Ama molto il suo Paese e lavora bene con gli Usa. Un uomo molto talentuoso, che spero resti primo ministro!”. 

La Russia è fuori dal G8 dal 2014, in seguito all’annessione della Crimea, non riconosciuta dalla comunità internazionale. Il M5s, di cui ormai Conte pare essere diventato l’esponente più autorevole dopo gli ultimi post di Beppe Grillo, ha una posizione da sempre vicina alla Federazione russa e da anni chiede l’abolizione delle sanzioni che, tra l’altro, tanto sono costate all’economia italiana.