Attacco militanti armati nel Kashmir indiano, scontri a fuoco, almeno 12 morti

Pubblicato il 26 settembre 2013 9:51 | Ultimo aggiornamento: 26 settembre 2013 9:51
Combattenti in Kashmir

Combattenti in Kashmir

NEW DELHI, INDIA. Un numero imprecisato di militanti, con indosso uniformi dell’esercito indiano, hanno attaccato giovedi prima un commissariato di polizia e poi un accampamento militare in Jammu & Kashmir, causando almeno dodici morti. Lo riferisce la tv ”all news” Times Now. Il commando armato ha assaltato prima il commissariato di Kathua, uccidendo sei agenti ed un civile, e poi una base militare nel settore di Samba, dove ha perso la vita un agente.

A quanto segnala in un tweet l’agenzia di stampa Ani e’ ancora in corso uno scontro a fuoco fra gli attaccanti, almeno tre, e le forze dell’ordine nella caserma di Samba. Residenti hanno riferito di una intensa sparatoria e di alcune esplosioni.

La stessa Ani ha indicato che due guerriglieri sarebbero stati uccisi. Secondo Times Now, inoltre, alcuni elicotteri militari sorvolano la zona. Ieri il premier indiano Manmohan Singh ha confermato che incontrera’ a margine dei lavori dell’Assemblea Generale dell’Onu a New York il collega pachistano Nawaz Sharif per esaminare, fra l’altro, la questione del Kashmir.