Comunione ai divorziati, i cardinali non salutano il Papa per ripicca

di redazione Blitz
Pubblicato il 20 Ottobre 2014 15:54 | Ultimo aggiornamento: 20 Ottobre 2014 15:54
Comunione ai divorziati, i cardinali non salutano il Papa per ripicca

Comunione ai divorziati, i cardinali non salutano il Papa per ripicca

ROMA – Non sono andati a salutare Papa Francesco sul sagrato di San Pietro al termine della messa di beatificazione di Paolo VI. La ripicca di alcuni cardinali, sarebbe dovuta ai malumori per le aperture del Vaticano alla comunione per i divorziati. A raccontare il retroscena è Franca Giansoldati sul quotidiano Il Messaggero.

All’appello mancavano il tedesco Gerhard Ludwig Müller, prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, il cardinale americano Raymond Leo Burke, prefetto del Supremo tribunale della Segnatura apostolica e l’austriaco Walter Brandmüller, ovvero i cardinali che più di tutti si sono esposti in questi ultimi giorni contro le aperture del Sinodo.

Alla vigilia del Sinodo, riporta Il Messaggero, avevano firmato una sorta di manifesto che esponeva le ragioni del “no” alla comunione ai divorziati. Scrive il quotidiano romano:

Gli altri due firmatari Caffarra e De Paolis, invece, al termine della messa, hanno atteso per stringere la mano a Bergoglio; Caffarra addirittura con un vigoroso abbraccio. Anche il cardinale Ruini che era presente al rito non si è avvicinato al Papa al termine della messa. Il cardinale Bertone è stato tra gli ultimi ad abbracciare Francesco.

E conclude:

I movimenti tellurici in corso indicano che la spaccatura nella Chiesa c’è ed è forte, come è emerso da questo piccolo – ma tutt’altro che insignificante – episodio. Inoltre Burke, in una intervista al National Catholic Report, ha confermato di essere stato silurato dal Vaticano e presto dovrà lasciare la Segnatura Apostolica.