Corea del nord/ Ministero degli Esteri: “Non ci sarà nessun negoziato se gli Usa non rinunceranno alla loro ostilità”

Pubblicato il 23 Luglio 2009 15:10 | Ultimo aggiornamento: 23 Luglio 2009 15:58

La Corea del Nord ha annunciato che non tornerà a negoziato a sei sul programma nucleare fin quando gli Usa non rinunceranno alla loro attitudine «ostile». Lo ha confermato il direttore generale del dipartimento delle organizzazioni internazionali del ministero degli esteri nordcoreano, Ri Hong-sik, in una conferenza stampa a margine del forum asiatico sulla sicurezza a Phuket, in Thailandia.

Ri ha chiuso la porta agli incentivi offerto dalla segretario di Stato Usa, Hillary Clinton, spiegando che non c’è stata alcuna novità e le proposte sono insufficienti per tornare al tavolo del dialogo. «Il cosiddetto pacchetto è senza senso. La crisi attuale è dovuta alla politica ostile statunitense».

In apertura del vertice dell’Asean, gli Stati Uniti e i quattro alleati nei colloqui a sei con la Corea del Nord, ovvero Cina, Giappone, Corea del Sud e Russia, si erano trovati d’accordo nel sostenere che «l’unica opzione di Pyongyang è la denuclearizzazione irreversibile e completa».