Corea del Nord. Nuova struttura nucleare definita ”sbalorditiva” da esperto Usa

Pubblicato il 21 Novembre 2010 13:13 | Ultimo aggiornamento: 21 Novembre 2010 13:13

Lo scienziato nucleare americano Siegfried Hecker

La Corea del Nord ha segretamente e rapidamente costruito una struttura altamente sofisticata per arricchire l’uranio, secondo lo scienziato nucleare americano Siegfried Hecker, aumentando così i timori che il regime di Pyongyang stia rafforzando il suo programma nucleare nonostante le pressioni internazionali.

La struttura, la cui costruzione viene riportata con preoccupazione da tutta la stampa americana, è stata definita da Hecker ”sbalorditiva”.

In un rapporto postato sabato, lo scienziato racconta di essere stato portato, durante un suo recente viaggio nel Nord, nel complesso atomico di Yongbyong, dove gli è stata mostrata la struttura con una attrezzatura per la produzione su scala industriale di uranio arricchito.

5 x 1000

La struttura è dotata di 2000 centrifughe di recente completamento, e i nordcoreani gli hanno detto che sta producendo su scala industriale uranio a basso contenuto di isotopi per un nuovo reattore.

Hecker, ex-direttore del Los Alamos Nuclear Laboratory americano, che viene regolarmente invitato dal Nord per rare osservazioni del suo programma nucleare, ha ammesso di non essere sicuro su quali vantaggi il regime può aver ottenuto nel mostrargli la zona coperta da segreto.

Ma analisti e osservatori teorizzano che la visita potrebbe essere intesa a rafforzare il regime mentre sono in corso i preparativi per il trasferimento dei poteri dall’attuale leader Kim Jong Il ad uno dei suoi figli che manca di esperienza.

Rivelare l’esistenza della struttura, rileva il New York Times, mentre il Nord soffre per le sanzioni americane e di altri, potrebbe anche essere un tentativo di Pyongyang di costringere l’Occidente a riprendere le trattative nucleari e quindi anche l’invio di aiuti.

Qualunque sia la ragione, le nuove centrifughe forniscono ulteriori preoccupazioni all’amministrazione del presidente Barack Obama, contrario alla ripresa dei negoziati dopo gli esperimenti nucleari e missilistici del Nord l’anno scorso, e i rapporti internazionali che indicano Pyongyang come responsabile dell’affondamento di una nave sudcoreana lo scorso marzo.

Il Dipartimento di Stato fa frattanto annunciato che l’inviato speciale di Obama nel Nord compirà a partire da domenica visite nella Corea del Sud, in Giappone e in Cina.