Corea del nord/ Test nucleare sotterraneo, il secondo in tre anni. Lanciati anche tre missili

Pubblicato il 25 maggio 2009 7:45 | Ultimo aggiornamento: 25 maggio 2009 11:44

La Corea del Nord ha fatto esplodere la sua seconda bomba atomica in un test nucleare sotterraneo avvenuto nella mattinata di lunedì in una zona del nord est del Paese. Ne ha dato notizia lo stesso governo nord coreano con una notizia dell’agenzia di stampa ufficiale di stato Kcna riportata dal Washington Post. Pyongyang ha inoltre effettuato il lancio di un missile con una gittata di 130 chilometri, overo capace di raggiungere la capitale della Corea del Sud, Seul.

Il test nucleare di lunedì è il secondo in tre anni. Nel corso del 2009 la Corea del Nord ha accresciuto la propria aggressività, lanciando, sempre per prova, un missile capace di colpire il Giappone e ritirandosi da tutti i tavoli negoziali per un controllo della proliferazione nucleare.

Il test nucleare – che secondo la Kcna si è svolto ”con successo” – viene considerato dagli osservatori una ritorsione contro la condanna decisa dall’Onu lo scorso mese per il lancio del missile-satellite lanciato in orbita il 5 aprile.  “In linea con la richiesta dei nostri scienziati e tecnici, la nostra Repubblica ha condotto con successo un test nucleare sotterraneo il 25 maggio, come parte delle misure volte a rafforzare le sue capacità nucleari di autodifesa“, ha detto un funzionario nordoreano alla Kcna. Nessun riferimento sul luogo del test, che segue comunque quanto preannunciato dal regime il 29 aprile scorso sul proposito di nuovi esperimenti nucleari.

Nella notte era stata la Corea del Sud ad annunciare il test, ipotizzando che un ”terremoto artificiale” registrato fosse dovuto proprio a un esperimento atomico. Lo aveva riferito l’agenzia Yonhap, citando fonti vicine al governo di Seul. “La scossa è avvenuta poco prima delle ore 10:00 locali” (le 3 di notte in Italia), ha riferito la Yonhap, aggiungendo che la magnitudo rilevata è stata di 4,5 gradi.

Il test di Pyongyang rappresenta una sfida diretta all’amministrazione Obama, rileva il Washington Post, che si era detta disposta, al suo insediamento, a compiere progressi nei negoziati riguardo al programma nucleare nordcoreano.

Nel mese scorso il regime ha annunciato che avrebbe riaperto la fabbrica di Yongbyon per produrne maggiori quantità.

 La Corea del Nord ha sparato altri due missili a corto raggio, dopo quello lanciato oggi .  Lo afferma l’agenzia sudcoreana Yonhap.