Corea del nord: il leader Kim Jong-il riconfermato apre la strada al figlio, prono per la successione

Pubblicato il 28 Settembre 2010 8:39 | Ultimo aggiornamento: 28 Settembre 2010 9:29

Il leader nordcoreano Kim Jong-il è stato confermato segretario generale del partito unico al potere, il Partito dei Lavoratori. Lo afferma l’agenzia Nuova Cina citando la nordcoreana Kcna. La nomina è stata decisa dal congresso del Partito, il primo da 44 anni, che si è aperto a Pyongyang. Il Congresso è impegnato a dare il via al processo di successione al vertice del regime indicano come successore di Kim Jong-il suo figlio Kim Jong-un, di 27-28 anni, che lunedì è stato promosso generale.

Kim-Jong-il ha nominato un totale di 39 generali, di cui sei con ”quattro stelle”, tra cui la sorella Kim Kyoung-hui, 64 anni, e il terzogenito Kim Jong-un, di 27-28 anni, destinato a raccogliere la guida del regime. La direttiva numero 0051, diffusa in piena notte a poche ore dall’avvio del congresso del partito dei Lavoratori del Nord, è stata uno strumento per aprire la strada a Kim Jong-un e a forgiare legami più stretti con la classe di vertice.

La Kcna, l’agenzia ufficiale, ha riferito che Kim Jong-il ”crede fermamente che i militari dell’Esercito popolare di Corea continueranno a sostenere la leadership del partito e a completare la spinta rivoluzionario iniziata nel monte Paekdu”, che simboleggia la dinastia del ‘caro leader’.