Coronavirus: non creato ma fuoriuscito dai laboratori cinesi. L’ipotesi Usa, Biden: indagate di più

di Riccardo Galli
Pubblicato il 27 Maggio 2021 9:35 | Ultimo aggiornamento: 27 Maggio 2021 9:35
Coronavirus: non creato ma fuoriuscito dai laboratori cinesi. L'ipotesi Usa, Biden: indagate di più

Coronavirus: non creato ma fuoriuscito dai laboratori cinesi. L’ipotesi Usa, Biden: indagate di più (Foto d’archivio Ansa)

Coronavirus di origine naturale e non creato dall’uomo però diventato pandemia mondiale per errore e colpa dei laboratori cinesi che lo stavano studiando. L’ipotesi che sia andata così gli Usa ormai l’avanzano con convinzione e, fanno filtrare, non senza qualche prova e riscontro.

Nei laboratori di Wuhan nessuna attività alla Frankenstein ma un mastodontico errore grazie al quale il coronavirus dal laboratorio è uscito ed ha dilagato fino ad infettare il mondo.

Coronavirus: Cina, errore e colpa del silenzio

Secondo l’ipotesi Usa all’errore, gravissimo, che consentì la fuoriuscita del coronavirus (non fuga, i virus non scappano, tanto meno evadono) la Cina ha aggiunto la colpa ben più grave di aver taciuto per forse due mesi su ciò che era accaduto. Due mesi che hanno consentito ad un fall-out di laboratorio di diventare pandemia mondiale.

La Cina avrebbe consapevolmente nascosto, volutamente evitato di dare subito l’allarme. Per non perdere la faccia prima e poi per un mix di panico e arroganza. Insomma l’ipotesi Usa è che coronavirus non sia nato nei laboratori cinesi, che nei laboratori cinesi sia stato studiato e che da lì sia fuoriuscito per madornale, imperdonabile, non voluto e nascosto errore. La colpa cinese: aver dato a coronavirus il tempo di diventare Covid.

Biden ordina: indagate di più

Trump lo aveva battezzato “virus cinese“. La versione di Trump dell’accaduto era a misura della sua base elettorale e a misura dei bisogni culturali della sua pubblica opinione, quindi la versione di Trump era: il virus l’hanno fabbricato i cinesi. Perché? Il sottinteso era: l’hanno fabbricato per far male al mondo. Insomma una lettura in consonanza con la ideologia del complotto eterno del male contro il bene.

Biden, che sembra disporre oggi di maggiori informazioni da parte delle Agenzie americane di spionaggio e sicurezza, addossa invece alla Cina una enorme responsabilità politica: quella di aver taciuto per il tempo che il disastro passasse da imbarazzante e pericoloso a pandemia mondiale.

E, quali che siano i riscontri che ha in mano, Biden ha politicamente scelto di battere questo ferro che ritiene caldo, ha infatti pubblicamente ordinato a tutta l’intelligence americana di indagare ancora e di più. E lo ha fatto sapere al mondo intero di questo suo ordine, cosa che di solito ovviamente non si fa quando si tratta di intelligence (spionaggio). Ma Biden l’ordine alla sua intelligence lo ha dato da tempo, ora vuol far sapere al mondo che l’ha dato.