Crimea. Manifestazioni contrapposte e arresti a Mosca, il Vietnam di Putin?

Pubblicato il 2 marzo 2014 11:44 | Ultimo aggiornamento: 2 marzo 2014 11:44

demoRUSSIA, MOSCA – Dozzine di fermi a Mosca in una manifestazione di centinaia di persone contro l’intervento militare russo in Ucraina: la polizia ha cominciato a portar via gli attivisti  mentre protestavano davanti al ministero della difesa, presidiato da un ingente schieramento di forze dell’ordine. I manifestanti avevano qualche cartello (‘No war’, ‘Perdonaci Ucraina’, ‘Mi vergogno per i tank in Crimea’) e gridavano “no alla guerra”.(ANSA).

Ma le anifestazionisono contrapposte domenica a Mosca, pro e contro l’invasione russa in Ucraina. Gli oppositori all’intervento armato si sono mobilitati via internet su Vkontakte, il Facebook russo, e si sono dati appuntamento alle 13.00 ora locale (le 10 in Italia) davanti al ministero della difesa, a due passi dal Cremlino.

Gli iscritti al flash-mob sono per ora 2000. I sostenitori dell’invasione invece marceranno da piazza Pushkin a corso Sakharov: si tratta di organizzazioni patriottiche di giovani, studenti e veterani, compresa l’ala giovanile del partito putiniano Russia Unita. La partenza del corteo e’ prevista alle 17 ora locale (le 14 in Italia).

In campo ”a sostegno di Sebastopoli” e ”contro l’ascesa al potere dei nazionalisti-banderovtsi” (come vengono chiamati i manifestanti del Maidan fan del controverso eroe ucraino Bandera) anche i biker tanto amati da Putin: guidati da loro leader, Aleksandr Zaldostanov detto ‘il chirurgo’, cavalcheranno le loro moto lungo l’anello dei Giardini, a partire dalle 14.20 locali (11.20 in Italia).