Donald Trump ha ordinato ai suoi assistenti di non pagare la parcella a Rudolph Giuliani

di Caterina Galloni
Pubblicato il 14 Gennaio 2021 12:39 | Ultimo aggiornamento: 14 Gennaio 2021 12:41
Donald Trump ha ordinato ai suoi assistenti di non pagare la parcella a Rudolph Giuliani

Donald Trump ha ordinato ai suoi assistenti di non pagare la parcella a Rudolph Giuliani (foto Ansa)

Donald Trump, messo sotto accusa per la seconda volta, sembra stia voltando le spalle ai suoi alleati più fidati.

Il presidente uscente, secondo quanto riporta il Daily Mail, avrebbe ordinato ai suoi assistenti di non pagare l’onorario a Rudolph Giuliani, avvocato personale.

Secondo due funzionari di Washington, Trump ha espresso disappunto per alcune delle iniziative legali di Giuliani mirate a contestare i risultati delle elezioni e non ha apprezzato la richiesta di $ 20.000 poiché ha perso i ricorsi volti a fermare lo spoglio delle schede arrivate per posta.

I funzionari hanno affermato che il presidente sta inoltre chiedendo di approvare personalmente tutte le spese sostenute da Giuliani nella campagna legale mirata a dimostrare la frode elettorale, e che in tribunale è peraltro rapidamente svanita.

L’iniziativa arriva in un momento in cui sembra che negli ultimi giorni del mandato, Trump sia sempre più isolato, affronta rischi legali da più fronti e dopo aver lasciato l’incarico potrebbe trovarsi di fronte a problemi legati agli affari di famiglia.

Gli addetti ai lavori dicono che silenziato dai social media, con la Camera che ha votato per metterlo sotto accusa per la seconda volta, Trump si crogiola nell'”autocommiserazione” ed è furibondo con gli alleati che non lo stanno difendendo pubblicamente.

Nella cerchia ristretta di Trump, si dice che ci sia poca volontà di difendere il presidente per gli episodi del 6 gennaio al Campidoglio.

“Mi è stato detto da fonti vicine alla Casa Bianca che il presidente si autocommisera, che è sempre più isolato all’interno della Casa Bianca”, ha detto Pamela Brown, corrispondente della CNN da Washington.

“Il presidente è sconvolto dal fatto che nessuno lo stia difendendo”, ha aggiunto.

“Persino coloro che in questi anni hanno difeso strenuamente il presidente, in privato dicono che è una sua responsabilità se è stato messo due volte sotto accusa. E’ colpa sua e di nessun altro”, ha riferito Brown.

In vista dell’insediamento del neo presidente eletto Joe Biden, alla Casa Bianca già dalla scorsa settimana c’è aria di smobilitazione.

Il personale è stato visto portare via i mobili per ufficio e Peter Navarro, il consigliere di Trump, l’economista anti-Cina, è stato visto lasciare l’ala ovest con una fotografia incorniciata di Trump e del presidente cinese Xi Jinping. (Fonte: Daily Mail)