Donald Trump: “Abbiamo ucciso anche il successore di al-Baghdadi”

di Redazione Blitz
Pubblicato il 29 Ottobre 2019 14:52 | Ultimo aggiornamento: 29 Ottobre 2019 14:54
Donald Trump. Ansa

Donald Trump (foto d’archivio Ansa)

ROMA – “Appena confermato che il sostituto numero uno di Abu Bakr al-Baghdadi è stato ucciso dalle truppe americane. Molto probabilmente avrebbe preso il primo posto. Ora anche lui è morto!”. A scriverlo, naturalmente, è stato il presidente degli Stati Uniti Donald Trump.

Al Baghdadi, i dubbi sul racconto di Trump.

Su alcuni media inglesi e americani, dal ‘New York Times’ al ‘The Guardian’, si comincia a dubitare della ricostruzione fatta da Trump circa la morte di al Baghdadi.

Il New York Times mette in dubbio il macabro racconto della morte del capo dell’Isis che Donald Trump ha fatto agli americani in diretta televisiva. Diversi sono i punti critici rilevati dal quotidiano, in particolare la descrizione del Califfo che urla e piange nel tunnel dove poi si è fatto esplodere.

Secondo il New York Times, infatti, le immagini alle quali hanno assistito Trump e i suoi collaboratori nella ‘situation room’ erano senza audio. Non solo, di Baghdadi braccato nel tunnel il presidente americano non ha potuto nemmeno vedere le immagini in diretta. Gli ultimi minuti di vita del leader dell’Isis, infatti, sono state riprese dalle telecamere installate sugli elmetti dei soldati americani che stavano facendo il blitz. Quei video però sono stati consegnati a Trump soltanto dopo la conferenza stampa. Su una domanda specifica della Abc sul racconto cinematografico di Trump, il capo del Pentagono Mark Esper ha provato a tergiversare dicendo di essere all’oscuro di certi dettagli e di ritenere che il presidente abbia parlato con i militari sul campo per farsi dare tutte le informazioni.

Fonte: Ansa.