Dopo fallito attentato Times Square, possibile rappresaglia Usa contro talebani in Pakistan

Pubblicato il 29 maggio 2010 8:03 | Ultimo aggiornamento: 29 maggio 2010 10:38

Gli Stati Uniti stanno valutando diverse opzioni di attacco in Pakistan nel caso in cui il territorio americano dovesse diventare il bersaglio di un attentato terroristico da parte di gruppi legati in qualche modo a Islamabad.

Lo scrive il Washington Post nella sua edizione del sabato. Secondo le fonti ufficiali citate dal quotidiano, dopo aver riscontrato legami tra il fallito attentato a Times Square e i talebani pachistani l’amministrazione Obama è stata costretta a riconsiderare tutte le ipotesi relative ad un attacco “di reazione” nei confronti di gruppi terroristici.

Le fonti sottolineano che l’eventualità di una “rappresaglia da parte degli Stati Uniti è contemplata solo in casi estremi”, tuttavia dopo Times Square “la pianificazione di un possibile attacco è stata intensificata”. Un eventuale attacco americano in Pakistan, riferiscono le fonti, sarebbe sferrato soprattutto con aerei e missili ma potrebbe anche coinvolgere delle truppe per speciali già schierate lungo il confine con l’Afghanistan.

Tra i vertici militari, prosegue il Washington Post, c’é comunque il sentimento diffuso che un attacco americano in Pakistan metterebbero a rischio i rapporti tra gli Stati Uniti e Islambad. Rapporti che l’amministrazione Obama ha cercato di rafforzare soprattutto a livello di intelligence.