Egitto-Iran: accordo per riprendere i voli tra i due paesi dopo 30 anni

Pubblicato il 5 Ottobre 2010 7:43 | Ultimo aggiornamento: 5 Ottobre 2010 8:49

L’Egitto e l’Iran si sono accordati per riprendere voli diretti fra le loro capitali per la prima volta dal 1979. Lo ha riferito nella giornata di lunedì il ministero dell’aviazione civile egiziano. Un portavoce del ministero degli esteri ha però lasciato intendere che un disgelo politico non è ancora all’orizzonte.

Le relazioni bilaterali sono interrotte dal 1980, in seguito alla rivoluzione islamica del 1979 in Iran e alla pace dell’Egitto con Israele. Sameh Hefni, il capo dell’ente dell’aviazione civile, e Hamid Ghavabesh, vice direttore della compagnia iraniana dell’aviazione nazionale, hanno firmato un accordo che prevede fino a 28 voli alla settimana fra il Cairo e Teheran. Nessuna data per l’inizio dei voli è stata però fornita.

Il portavoce del ministero degli esteri egiziano Hosam Zaki, ha dichiarato che l’intesa rafforza i legami economici esistenti fra i due Paesi, ma ha aggiunto che i legami politici sono una diversa questione. ”E’ uno sviluppo nella relazioni fra Egitto e Iran – ha detto Zaki alla Reuters – entrambi i Paesi hanno interessi economici che non si sono fermati malgrado la situazione politica”.

”Ma – ha continuato – sviluppi politici richiedono alcune condizioni che l’Egitto ha illustrato in passato”. Egitto e Iran sono su posizioni nettamente divergenti su diverse questioni mediorientali, in particolare per quanto riguarda il processo di pace e i legami con Israele e gli Stati Uniti. Il Cairo inoltre lamenta che Khaled el Islambuli, che assassino’ nel 1981 l’allora presidente Anwar Sadat, sia considerato un eroe a Teheran.