Egitto, l’ex presidente Mohamed Morsi muore di infarto in tribunale. Aveva 67 anni

di redazione Blitz
Pubblicato il 17 giugno 2019 18:28 | Ultimo aggiornamento: 17 giugno 2019 19:23
Egitto, l'ex presidente Mohamed Morsi muore di infarto in tribunale

Egitto, l’ex presidente Mohamed Morsi muore di infarto in tribunale

IL CAIRO – E’ collassato in aula durante un’udienza del processo a suo carico per spionaggio. E’ morto così Mohamed Morsi, ex presidente egiziano e leader dei Fratelli musulmani deposto nel 2013. Morsi è stato colto da un infarto domenica, mentre era in tribunale. Aveva 67 anni.

Fonti al Cairo riferiscono di rafforzate misure di sicurezza già visibili per le strade.  Morsi, che aveva 67 anni, “è stato dichiarato morto dopo dopo essere svenuto durante l’udienza cui partecipava da imputato”, precisa il sito del principale quotidiano egiziano, Al-Ahram. Prima del malore, il presidente della corte “aveva consentito a Morsi di parlare, su sua richiesta”, riferisce ancora il sito segnalando che non è stato rivelato il nome dell’ospedale dove è stato portato il corpo. 

Morsi è stato presidente dell’Egitto dal giugno 2012 al luglio 2013, dopo aver vinto le prime elezioni svolte in seguito alle proteste di piazza Tahrir e alla caduta dell’ultra-trentennale autocrate Hosni Mubarak. E’ stato poi deposto da una rivoluzione popolar-militare guidata dall’attuale capo di Stato Abdel Fattah al-Sisi, al tempo ministro della Difesa. 

Da allora Morsi è stato in carcere e sottoposto a diversi processi, subendo varie condanne, tra le quali una a morte nel 2015, poi annullata. (Fonte: Agi, Ansa)

5 x 1000