Elezioni Israele, Netanyahu: “Se vinco Stato Palestinese mai”. Ma i sondaggi…

di Redazione Blitz
Pubblicato il 16 Marzo 2015 16:39 | Ultimo aggiornamento: 16 Marzo 2015 16:39
Elezioni Israele, Netanyahu: "Se vinco Stato Palestinese mai". Ma i sondaggi...

Benjamin Netanyahu (Foto Lapresse)

TEL AVIV – Alla vigilia delle elezioni politiche in Israele il premier uscente e candidato Benjamin Netanyahu prova a recuperare consensi chiarendo: “Con me lo Stato Palestinese non vedrà mai la luce”. E annuncia nuovi insediamenti a Gerusalemme Est.

“Bibi” tenta così di colmare il gap che lo separa da Isaac Herzog, il politico laburista con un pedigree di generali, ministri e presidenti, che si è alleato con la deputata centrista Tzipi Livni. 

“Non permetterò che sia creato uno Stato palestinese, ha detto Netanyahu, l’unità di Gerusalemme sarà mantenuta in tutte le sue parti così come si continuerà  costruire e fortificare la città per impedire ogni sua futura divisione”.

Così il premier, leader del Likud (centrodestra), continua a presentarsi come l’unico garante della sicurezza, tema caro alla destra. In ogni caso, però, il voto di martedì 17 marzo difficilmente potrà dare un candidato immediato. Gli ultimi sondaggi danno un distacco di circa 4 seggi (su 120 della Knesset) a favore di ‘Campo sionista’ (la formazione di Herzopg-Livni, 24/25 seggi) contro il Likud (20/21 seggi). Il sistema elettorale israeliano, proporzionale, difficilmente potrà dare un risultato certo.