Elezioni Presidenziali Egitto: al voto tra la tensione, “affluenza eccezionale”

Pubblicato il 16 Giugno 2012 8:47 | Ultimo aggiornamento: 16 Giugno 2012 12:18

IL CAIRO – Si sono aperte il 16 giugno mattina le operazioni di voto in Egitto per il secondo turno delle elezioni presidenziali in cui la scelta ricadrà tra il candidato islamico conservatore Mohammed Morsi e l’ex militare ed ex premier durante la presidenza di Hosni Mubarak, Ahmad Shafiq.

I seggi sono presidiati dalla polizia e dall’esercito, ma oggi già prima dell’apertura gli egiziani hanno formato lunghe code per andare a votare. E’ il giorno del ballottaggio alle prime elezioni presidenziali del dopo Mubarak e si vota in un clima di alta tensione dopo che la Corte costituzionale ha sciolto il parlamento controllato dai Fratelli musulmani e ammesso la candidatura di Ahmed Shafiq, ex generale dell’aviazione ed ex premier sotto la presidenza di Hosni Mubarak, e dunque uomo del vecchio regime, che pure al primo turno ha ottenuto dagli elettori il consenso necessario a sfidare oggi l’islamico Mohamed Mursi.

Gli avversari di Shafiq vedono in lui un simbolo del vecchio regime, mentre gli avversari di Morsi, professore di ingegneria, temono che una vittoria sua e dei Fratelli musulmani possa trasformare l’Egitto in uno stato religioso, imponendo una teocrazia islamica.

I seggi resteranno aperti oggi e fino alle 20 di domani. Gli elettori chiamati alle urne sono 50 milioni. A vigilare sull’andamento del voto sono stati dispiegati circa 150mila militari, oltre a centinaia di agenti di polizia. Stando ai sondaggi, Morsi sarebbe in vantaggio di pochissimo: 24,8% contro il 23,7%. Al primo turno, lo scorso maggio, Morsi aveva ottenuto il 24,7% delle preferenze mentre Shafiq si era fermato al 23,6%. Il vincitore sarà il quarto presidente del Paese dalla fine della monarchia 60 anni fa. I risultati definitivi dovrebbero arrivare il 21 giugno.

A metà mattinata, la commissione elettorale egiziana ha parlato di “affluenza eccezionale” e per questo motivo ha deciso di prolungare l’apertura dei seggi oggi fino alle 21.