Eolico, Palamara: “Quadro di inquinamento preoccupante”

Pubblicato il 12 luglio 2010 11:08 | Ultimo aggiornamento: 12 luglio 2010 11:08

Luca Palamara

“Un quadro di inquinamento preoccupante”. Con queste parole il presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati Luca Palamara commenta gli sviluppi dell’inchiesta sull’eolico che vede coinvolti anche Denis Verdini e Flavio Carboni.

Per Palamara si tratta di  ”vicende che al di là del merito danno un quadro di inquinamento preoccupante e quindi non puo’ che preoccuparci e riproporre in modo forte il tema della questione morale all’interno della magistratura”. ”Il tema della questione morale – ha aggiunto il presidente  a margine di un convegno del Csm – va di pari passo con quello della scelta dei dirigenti che deve essere ancorata come non mai al merito e svincolata da logiche di appartenenza”.

Su questi argomenti l’Anm vuole ”chiarezza e nettezza di posizioni”. ”La magistratura che noi vogliamo – ha spiegato Palamara – non puo’ permettersi di avere al suo interno situazioni di opacita’ anche quando queste riguardano le nomine di importanti uffici direttivi”.

Per intervenire, secondo il presidente dell’Anm, bisogna ”attivare i meccanismo preposti: Ora c’è un’indagine in corso, bisognerà vedere e valutare il coinvolgimento delle persone e gli organi competenti dovranno accertare con tempestivita’ e rigore quanto e’ accaduto. Il ruolo dell’Anm deve essere chiaro e netto di presa di distanza da queste situazioni per affermare il modello di un magistrato ispirato ad integrita’ ed indipendenza e su questa strada non arretreremo di un millimetro perche’ ci giochiamo il futuro della magistratura”.