Elezioni in Etiopia: aperti i seggi, 32 milioni al voto

Pubblicato il 23 maggio 2010 8:11 | Ultimo aggiornamento: 23 maggio 2010 8:57
zenawi

Il premier uscente Meles Zenawi

Si sono aperti stamattina, domenica 23 maggio, in Etiopia i seggi per le elezioni legislative. I seggi hanno aperto alle 6 ora locale (le 4 in Italia) nella capitale Addis Abeba.

Circa 32 milioni di etiopi sono dunque chiamati alle urne per eleggere oltre 500 parlamentari. In lizza ci sono candidati di 63 partiti, ma secondo gli osservatori è poco probabile che il Fronte democratico rivoluzionario del popolo etiopico (Eprdf) del primo ministro Meles Zenawi, 55 anni, che guida l’Etiopia da oltre 20 anni, perda posizioni. Anche perché il più importante leader dell’opposizione, una donna, Birtukan Mideksa, 36 anni, presidente dell’Unione per la democrazia e la giustizia (Udj), è in prigione, condannata al carcere a vita.

L’opposizione è stata costretta a fare campagna elettorale senza di lei e, priva del suo carisma, non è riuscita secondo i politologi ad attirare l’attenzione degli elettori. Intanto nelle otto regioni del Paese sono stati dispiegati i circa 70 osservatori dell’Unione Africana (UA) ai quali è stato affidato il compito di monitorare la regolarità del voto. E anche di cercare di evitare il ripetersi delle violenze post-elettorali che, in occasione delle ultime elezioni del 2005, provocarono la morte di oltre 200 persone e l’arresto di oltre 30.000.