Usa, verso l’eutanasia: nuove regole per preparare alla morte i malati terminali

Pubblicato il 26 Dicembre 2010 20:01 | Ultimo aggiornamento: 26 Dicembre 2010 20:07

Nonostante l’opposizione dei Repubblicani, che parlavano volentieri di ”panel della morte”, l’Amministrazione del presidente degli Stati Uniti Barack Obama è riuscita a mettere a punto nuove regole per finanziare una serie di politiche destinate ai medici per preparare la morte dei malati incurabili.

Come ha scritto con ampio rilievo il New York Times, le regole erano state stralciate dalla riforma sanitaria di Obama per evitare troppe polemiche, ma un nuovo regolamento, per il quale non è stata fatta pubblicità proprio per evitare di sollevare un nuovo polverone, entrerà in vigore all’inizio dell’anno prossimo.

In base alle nuove regole, che faranno parte del programma pubblico “Medicare” destinato ai più anziani, il governo pagherà i medici che forniranno consigli ai propri pazienti, nell’ambito delle visite di controllo annuali, su una serie di opzioni per prepararli a morire con dignità o senza dolore.

Tra i consigli che i medici potranno dare, ci sono le informazioni sulle direttive richieste ai pazienti su eventuali trattamenti aggressivi, se questi non saranno più coscienti o in grado di decidere al momento di ricevere le cure necessarie.

”In base alle (nuove) regole – scrive il New York Times – i medici possono fornire informazioni ai pazienti su come preparare ‘direttive anticipate’, stabilendo con quanta aggressività intendono essere curati se saranno malati al punto di non poter prendere da soli decisioni sulla propria salute”.

In generale, secondo il quotidiano, potrebbe trattarsi di una nuova strategia alla quale l’Amministrazione Obama potrebbe fare sempre più spesso ricorso, ora che il Congresso sarà più difficile da convincere, con la Camera dei Rappresentanti controllata dai repubblicani all’opposizione e una maggioranza risicata al Senato.