Ferragosto, città semi-piene. Week-end all’insegna del traffico e del maltempo

Pubblicato il 13 agosto 2010 19:23 | Ultimo aggiornamento: 13 agosto 2010 20:01

Ferragosto, non si chiude per ferie. La festività centrale dell’estate, un tempo data simbolo del ‘tutti al mare’ e delle città deserte, ha ormai cambiato faccia. I centri urbani non si spopolano più e le serrande di tanti negozi restano aperte, per garantire servizi a chi è, in questi giorni, restato a casa. Chi invece partirà per qualche località di vacanza o, viceversa, tornerà dalle ferie, potrebbe trovarsi a fare i conti col maltempo, soprattutto se viaggia al centro-nord, mentre per quanto riguarda il traffico, si prevede un week end da bollino rosso, con un flusso intenso.

L’Osservatorio di Milano stima che siano 4 milioni gli italiani in vacanza tra ferragosto e fine mese, mentre altri 7 milioni si concederanno solo il fine settimana. Il 25% di quanti faranno una vacanza lunga si muoverà in treno, il 10% in aereo e la fetta più consistente, il 65%, in macchina. Sulle strade già dal pomeriggio di oggi – secondo le indicazioni dell’Anas – e per tutta la giornata di domani, è previsto traffico intenso in direzione delle località di villeggiatura e verso i valichi di frontiera.

Da domenica pomeriggio i flussi saranno più sostenuti verso le grandi città per i primi rientri dalle ferie. Gli automobilisti, tra l’altro, dovranno fare i conti con il nuovo Codice della strada, che tra le altre cose detta norme più ferree sul consumo di alcol. Dalla Polstrada arriva un’importante precisazione sulle nuove norme: al momento il limite di velocità in autostrada resta di 130 km orari. Viaggiare a 150 km orari è consentito solo sui tratti di strada in cui ente proprietario o concessionaria autostradale ritengano possibile tale velocità e comunque dovranno essere posizionati dei cartelli.

Per chi resta in città Confcommercio fa sapere che nella settimana di ferragosto la spesa è assicurata. Una rassicurazione che interessa anche tanti anziani, spesso soli. Infatti – informa l’organizzazione, che ha effettuato un sondaggio tra i propri aderenti – resteranno aperti tutti i supermercati e gli ipermercati, oltre l’80% degli alimentari e la metà delle panetterie e macellerie, e circa il 70% di bar, pizzerie e ristoranti. Anche il rifornimento di carburante sarà assicurato dal 50% dei benzinai nelle città, oltre che dalla totalità dei distributori sulle autostrade e nei posti di villeggiatura.

I mercati ambulanti, poi, continueranno ad operare regolarmente nei giorni immediatamente precedenti e seguenti il Ferragosto, salvo la giornata festiva, garantendo la vendita di tutte le categorie merceologiche. Note dolenti, invece, dalle previsioni meteo, che mettono a rischio gite e scampagnate. Le regioni del nord sono state battute nelle ultime ore da temporali e rovesci, che in molte zone, specie in Lombardia e Liguria, hanno provocato danni e allagamenti. E la situazione non dovrebbe migliorare prima di domenica. Il maltempo si estenderà nell’Italia centrale, con un abbassamento delle temperature anche di dieci gradi, a causa di una perturbazione che giunge dal centro Europa. Solo il giorno di Ferragosto tornerà a far capolino il sole. Al Sud, invece, dovrebbe continuare il sereno.