Fini alla Knesset: “Tra Italia e Israele, valori comuni di democrazia e libertà”

Pubblicato il 23 Giugno 2010 10:28 | Ultimo aggiornamento: 23 Giugno 2010 10:43

Gianfranco Fini

Un richiamo ai “valori comuni di democrazia” fra Italia e Israele. Lo ha detto alla Knesset, il parlamento di Gerusalemme,  il presidente della camera, Gianfranco Fini, in apertura della seconda giornata di una visita di tre giorni in Israele e nei Territori palestinesi.

Accolto da un picchetto schierato e dagli inni nazionali, Fini ha firmato il libro d’onore della Knesset con queste parole: “Con sincera commozione nel nome dei comuni valori di democrazia e libertà”.

Subito dopo ha avuto un colloquio il presidente del Parlamento israeliano, Reuven Rivlin, e si è intrattenuto anche con leader dell’opposizione, Tzipi Livni, prima di ricevere il saluto dell’Assemblea riunita in seduta straordinaria. Il programma odierno, segnato anche da un incontro informale con il ministro degli Esteri di Israele Avigdor Lieberman, prevede per la tarda mattinata una visita allo Yad Vashem, il museo memoriale della Shoah.

Giovedì 24 giugno è invece in agenda una visita al presidente israeliano, Shimon Peres cui seguirà una tappa a Ramallah, in Cisgiordania, per incontri con i vertici della Autorità nazionale palestinese.