Assalto a flottiglia pacifisti. Il ruggito di Frattini: “Israele faccia gesto di distensione”

Pubblicato il 1 Giugno 2010 8:45 | Ultimo aggiornamento: 1 Giugno 2010 9:12

Franco Frattini

Il ministro degli Esteri Franco Frattini prende posizione sull’assalto di lunedì alla flottiglia dei pacifisti: “Credo che in questo momento Israele abbia una grande opportunità, dopo questo gravissimo gesto. Dopo questo errore francamente inesplicabile e grave in assoluto, potrebbe fare un gesto di distensione e dire ‘moltiplichiamo gli sforzi per la pace; acceleriamo il negoziato; diamo al più presto ai palestinesi uno Stato”.

Il blocco delle trattative di pace in Medio Oriente sarebbe una “catastrofe”. “Purtroppo – ha sottolineato il titolare della Farnesina – le conseguenze non saranno semplici da valutare; purtroppo non saranno lievi. Mi auguro francamente che il vertice della Lega araba non decida il congelamento del processo di pace”. Secondo il capo della diplomazia italiana, ciò “sarebbe una catastrofe. Si farebbe esattamente il gioco dei nemici della pace”.

ITALIANI “Ci auguriamo” che gli italiani fermati in Israele “siano rilasciati tutti nel più breve tempo possibile”. “Abbiamo allo stato notizia di quattro italiani. Un funzionario della nostra ambasciata ha già chiesto ieri di poterli andare a visitare dove sono stati fermati e trattenuti” ha spiegato Frattini, precisando che “si tratta di persone per le quali vi era un ordine di espulsione. Gli israeliani hanno detto di voler trattenere coloro che rifiutano di aderire all’ordine di espulsione”. In ogni caso, ha ribadito il titolare della Farnesina, “saranno visitati dal nostro funzionario”.