Forbes: il cinese Hu Jintao è l’uomo più potente, secondo Obama. Berlusconi? 14°

Pubblicato il 4 Novembre 2010 1:28 | Ultimo aggiornamento: 4 Novembre 2010 1:38

Secondo la rivista americana Forbes, è il presidente cinese Hu Jintao l’uomo più potente al mondo, davanti al presidente americano, Barack Obama, e al re dell’Arabia Saudita Abdullah ben Abdel Aziz.

Nella sua classifica 2010, resa nota oggi, la rivista colloca il presidente del consiglio, Silvio Berlusconi, al 14° posto, e al 74° per quanto riguarda la classifica degli uomini più ricchi al mondo. ”Dite quel che volete del colorito primo ministro italiano – scrive Forbes – ma è sempre lui a condurre il gioco”.

Forbes colloca poi al 4° posto della sua classifica il primo ministro russo Vladimir Putin (e al 12° il presidente russo Dmitri Medvedev), al 5° posto papa Benedetto XVI, al 6° la cancelliera tedesca Angela Merkel.

In settima posizione il nuovo primo ministro britannico David Cameron, davanti al presidente della Federal Reserve, Ben Bernanke (8°), alla presidente del Congresso indiano, Sonia Gandhi (9°) e al presidente di Microsoft, Bill Gates.

Nella classifica degli uomini più potenti al mondo, Forbes colloca davanti a Berlusconi, al 13° posto, il magnate australiano Rupert Murdoch, presidente di News Corporation (Wall Street Journal, Fox, New York Post, etc), e subito dopo Berlusconi, al 15° posto, il presidente della Banca Centrale Europea, Jean Claude Trichet.

Il presidente francese, Nicholas Sarkozy, è invece collocato al 19° posto, subito dopo il presidente indiano Manmohan Singh (18°) e subito prima del segretario di Stato americano Hillary Clinton (20°).

Forbes inserisce in classifica anche Osama bin Laden (57°) e, in ultima posizione (68°) il fondatore del sito Wikileaks Julian Assange.