Francia. Questionari etnici ai viaggiatori sui treni, è polemica “Domande razziste”

Pubblicato il 1 Novembre 2010 21:10 | Ultimo aggiornamento: 1 Novembre 2010 21:22

Ancora polemiche in Francia per gli avvisi dal sapore discriminatorio della SNCF, la società ferroviaria nazionale. Ormai da qualche settimana,racconta il quotidiano La Marseillaise, la direzione della SNCF ha fatto stampare e distribuire ai ferrovieri di Marsiglia un formulario -intitolato ‘Restiamo attori della sicurezza’ – per la segnalazione di furti o aggressioni a bordo dei treni locali. Fin qui nulla di male se quel documento non contenesse pero’ uno spazio per inserire informazioni di carattere etnico. La vittima di un furto o di un aggressione e’ infatti tenuta a specificare il ‘tipo’ di delinquente con cui ha dovuto fare i conti.

La scelta è ampia, visto che la SNCF aiuta la vittima a descrivere il suo aggressore attraverso sette criteri fondamentali: ‘europeo’, ‘africano’, ‘nordafricano’, ‘asiatico’, ‘latino-americano’, ‘gitano’, e infine un generico ‘paesi dell’Est’, che per la SNCF non rientra evidentemente nel genere ‘europeo’ sopra-citato. Lo schedario non e’ piaciuto ai sindacati, che chiedono il suo ritiro immediato. In un comunicato, Sud-Rail, invita tutti i ferrovieri ad ”opporsi a partecipare a questo genere di iniziativa”. Citato dal settimanale Le Point, Daniel Tourlan, responsabile regionale della CGT, bolla l’iniziativa ”antirepubblicana, al limite della deontologia”.

Sempre secondo Le Point, davanti a quest’alzata di scudi generale, la SNCF ha deciso di fare marcia indietro, ritirando il formulario. Anche se precisa che ”nessuna scheda è stata ancora riempita, se ciò dovesse verificarsi la distruggeremo subito’. Non è la prima volta che le ferrovie francesi vengono richiamate all’ordine per avvisi dichiaratamente razzisti. Al centro dello scandalo fini’ lo scorso febbraio una circolare anti-romena affissa su alcune tratte della rete transalpina. ”Abbiamo riscontrato problemi con dei romeni – si leggeva nel documento – Sono stati segnalati numerosi furti di bagagli. Chiediamo di raddoppiare la vigilanza. Tutti i fatti che riguardano romeni devono essere segnalati all’ufficio nazionale per la sicurezza Sncf”. Parole che scatenarono una valanga di proteste. Mentre da Parigi la direzione generale della SNCF ordino’ di ritirare immediatamente quell’avviso.