Francia/ Scroccavano dal conto in banca di Sarkozy: 38 sotto processo

Pubblicato il 6 Luglio 2009 19:42 | Ultimo aggiornamento: 6 Luglio 2009 19:42

Neppure il telefonino di Sarkozy è a prova di bomba. O meglio di totale segretezza. A Nanterre incomincia, infatti, il processo a 38 imputati accusati di avere succhiato i soldi da conti bancari di illustri personaggi che, proprio con quei soldi, pagavano i telefonini.

Tra questi perfino il presidente della Repubblica,  suo padre Paul e la sua prima moglie, Marie Dominique Culioli. I fatti risalgono alla scorsa estate. La banda, comandata da un senegalese, era entrata in possesso delle coordinate bancarie di quei noti personaggi. Sarkozy si era accorto che piccole somme erano prelevate dal suo conto, quello con cui pagava il telefonino portatile privato.

Riservatissima denuncia alla Brigata criminale dell’Eliseo e la frode è stata scoperta anche per le altre vittime. La gang era organizzatissima e aveva un basista nella compagnia Teleperformance che gestisce gli abbonamenti di Canal plus, da dove si entrava nei dossier dei clienti. E si scoprivano i conti bancari.