G8, Ashton loda il “modello Italia” per gli aiuti ad Haiti

Pubblicato il 31 Marzo 2010 13:57 | Ultimo aggiornamento: 31 Marzo 2010 13:57

L’Ue loda il modello Italia e la sua organizzazione degli aiuti dopo il terremoto che ha colpito Haiti, il 12 gennaio scorso. L’apprezzamento verso il nostro Paese giunge dall’alto rappresentante per la politica estera dei 27, Catherine Ashton, che in occasione della seconda giornata del G8 Esteri di Ottawa, durante il giro di tavolo sulle questioni legate all’isola, ha lodato l’Italia per il suo ruolo nella gestione del sostegno al Paese caraibico. La Ashton ha inoltre inviato ieri una lettera ai ministri italiani della Difesa, Ignazio La Russa, e degli Esteri, Franco Frattini, per complimentarsi del lavoro svolto.

Un apprezzamento che giunge a poche settimane dalla proposta lanciata a Bruxelles dal capo della Protezione Civile Guido Bertolaso, di edificare ad Haiti una Cittadella delle istituzioni, usando proprio i modelli utilizzati in Abruzzo dopo il sisma del 6 aprile scorso.

Proposte e commenti da considerare anche alla luce della Conferenza dei Paesi donatori, prevista per domani a New York. Le diplomazie degli Otto grandi, infatti, pur riconoscendo la generosità nel sostegno ad Haiti nel post terremoto, hanno rilevato che in alcuni casi c’é stata confusione e hanno sottolineato l’esigenza di un più “stretto e strutturato” coordinamento tra i Paesi donatori, anche tra quelli facenti parte del G8.