Gaza, Israele elimina Abu al-Ata, capo militare palestinese. Reazione con 50 missili

di Redazione Blitz
Pubblicato il 12 Novembre 2019 9:22 | Ultimo aggiornamento: 12 Novembre 2019 9:22
Gaza, ucciso Abu al-Ata, capo militare Jihad

Resistenza palestinese a Gaza (Ansa)

ROMA – Dalla prima mattinata 50 razzi sono stati lanciati verso Israele dai palestinesi di Gaza. Lo riferisce il portavoce militare. Di questi, 20 sono stati intercettati dal sistema di difesa Iron Dome. Altri sono caduti in aree aperte. Secondo il portavoce del ministero degli esteri, un milione di israeliani si trovano nei rifugi o nelle stanze protette dei loro appartamenti.

Ucciso il capo militare Abu al-Ata

Si tratta della prima reazione, a caldo, rabbiosa, al doppio raid israeliano che in un’azione congiunta ha eliminato a Gaza questa notte Baha Abu al-Ata, capo militare della Jihad islamica palestinese e a Damasco il figlio di Al Ata. Della seconda operazione di intelligence non si conoscono ancora molti particolari.

“La sua abitazione è stata attaccata in una operazione congiunta delle nostre forze armate e dei servizi segreti”, afferma un comunicato militare. Secondo la radio militare, Abu al-Ata è rimasto ucciso. L’emittente ha aggiunto che la stessa jihad islamica ha confermato la sua morte. Nella zona è stato subito elevato lo stato di allerta.

Hamas: “Grave escalation, nuova campagna militare” a Gaza”

La uccisione di Baha Abu al-Ata (Jihad islamica) rappresenta una “grave escalation” da parte di Israele. Lo ha affermato Fawzi Barhum, in un primo commento ufficiale da parte di Hamas. “Questo attacco – afferma – evidenzia la intenzione di Israele di attaccare la resistenza palestinese con una nuova campagna militare” a Gaza. (fonte Ansa)