Gb, elezioni Usa. Anna Wintour aiuta Obama con gala da 10 mila sterline a testa

Pubblicato il 22 settembre 2012 11:03 | Ultimo aggiornamento: 22 settembre 2012 11:03

La direttrice di Vogue Anna Wintour

LONDRA, GRAN BRETAGNA – Il presidente Barack Obama trova appoggio alla sua rielezione ache a Londra tra banchieri, star del cinema e stilisti di grido. Finanzieri e stelle del grande schermo hanno aperto il portafoglio per la riconferma dei democratici alla Casa Bianca a un gala di raccolta fondi da 10 mila sterline a testa organizzato a Londra dalla direttrice di Vogue Anna Wintour con l’attrice Gwyneth Paltrow e lo stilista Tom Ford.

Pochi selezionati vip hanno fatto il loro ingresso in un club privato di Mayfair, il St. Mark’s, esclusi rigorosamente i giornalisti. L’appuntamento non era il primo della Wintour che negli ultimi giorni e’ emersa al quarto posto tra i raccoglitori di fondi piu’ efficaci per Obama. La campagna del presidente era rappresentata dallo stratega David Plouffe.

Londra conta circa 250 mila ‘expat’ Usa, tra i quali Obama e il rivale repubblicano Mitt Romney cercano da mesi di raccogliere voti ma soprattutto sostegno finanziario. ”Dopo le Convention l’interesse tra gli americani in Gran Bretagna e’ aumentato. Molti sono ispirati dai democratici, altri sono disgustati da Romney”, ha detto Sharon Manitta, portavoce di Democrats Abroad.

In una visita a Londra punteggiata da gaffe ‘olimpiche’, in luglio Romney aveva incassato due milioni di dollari con un banchetto al Mandarin Oriental Hotel, ‘padrini’ della serata Karl Peterson di Texas Pacific e Dwight Poler, responsabile per la Gran Bretagna di Bain Capital. Il terzo padrone di casa, l’ex ad di Barclays Bob Diamond, si era tirato fuori dopo lo scandalo sui tassi di interessi Libor.

Se gli investitori internazionali preferiscono Romney quanto a visione economica per gli Usa, la loro scelta cade su Obama per la guida dell’economia globale secondo un recente sondaggio condotto tra 847 investitori, analisti e trader clienti della Bloomberg. Romney raccoglie consensi tradizionali nella City, ma Obama non e’ da meno quanto ad appoggi nel ristretto gruppo di ‘cardinali’ in quello che e’ stato soprannominato il ‘Vaticano della finanza’, soprattutto tra i piu’ impegnati in una finanza ‘etica’.

Appoggia Obama ad esempio David Blood, ex chief executive Asset Management di Goldman Sachs che con un altro banchiere di Goldman, Mark Ferguson e con l’ex vice-presidente Al Gore ha fondato una societa’ di investimenti alternativa: la Generation Investment Management che finanzia societa’ che sviluppano tecnologie in aree come cambiamento climatico o nuove emergenze sanitarie come il diabete.