Il capo del MI6: “L’Iran costruisce missili capaci di colpire Londra”

Pubblicato il 8 Marzo 2012 11:33 | Ultimo aggiornamento: 15 Marzo 2012 15:48

Missili iraniani

LONDRA, GRAN BRETAGNA – L’Iran sta cercando di costruire missili intercontinentali capaci di colpire città come Londra e non solo, secondo quanto riferito dal capo dell’MI6, i servizi segreti britannici, in un briefing a porte chiuse al governo del premier David Cameron.

Sir John Sawers ha esposto ai ministri del gabinetto le ultime informazioni sulla minaccia iraniana e le crescenti aspettative che Israele si stia preparando a un raid preventivo contro il regime di Teheran. Il capo dell’MI6 ha messo in guardia anche della potenziale minaccia posta al Regno Unito da una corsa agli armamenti in Medio Oriente.

Il briefing, di cui sui media britannici sono trapelati alcuni contenuti, era cosi’ ‘blindato’ che i venti ministri che vi hanno preso parte sono stati obbligati a lasciare i cellulari fuori dalla sala della riunione.

”Le ambizioni nucleari iraniane sono chiaramente molto pericolose per la regione – ha sintetizzato al termine il primo ministro Cameron e innescherebbero una corsa agli armamenti. Ma c’e’ anche un pericolo piu’ ampio. Ci sono segnali che vogliono dotarsi di missili intercontinentali. Dobbiamo essere chiari. Questa e’ una minaccia molto piu’ grave rispetto a quella riguardante Israele e la regione”.

L’Iran attualmente e’ dotato di missili come il Sejil-2 in grado teoricamente di colpire in un raggio di duemila chilometri, ad esempio fino a Tel Aviv. Secondo il vice-primo ministro israeliano, Moshe Ya’alon, gli scienziati di Teheran sarebbero addirittura impegnati a costruire missili intercontinentali con una gittata di 10 mila chilometri. La capitale iraniana dista 4.400 chilometri da Londra.