Germania / Ministra in vacanza in Spagna con autista e Mercedes di Stato: imbarazzo nella Spd

Pubblicato il 29 Luglio 2009 11:50 | Ultimo aggiornamento: 29 Luglio 2009 13:59

In vacanza  in Spagna con l’auto blu e lo chauffeur di Stato. Caso imbarazzante per la Spd tedesca  proprio alla vigilia della presentazione del programma per le prossime elezioni del 27 settembre, naturalmente improntato all’austerità. Al centro del caso, che sta assumendo  risvolti di carattere politico, il ministro della sanità, la signora Ulla Schmidt, di 60 anni, nominata dal 2001, “scoperta” a causa di un ladro d’auto che ha pensato bene di introdursi nella camera d’albergo dell’autista per rubargli le chiavi della vettura, una lussuosa limousine Mercedes S, di colore nero e del valore di 90 mila euro. I topi d’auto sono stati bloccati dalla polizia ed è stato così scoperto che la Mercedes non era  privata ma dello Stato tedesco.

La signora Ministro si era recata in vacanza nei pressi di Alicante pagandosi regolarmente il biglietto aereo. Ma dal momento che durante il soggiorno aveva incontri di lavoro, aveva chiesto all’autista del Ministero di raggiungerla con la limousine in dotazione del suo ufficio. In Germania non si usano mezzi di proprietà dello Stato per scopi personali, ma la ministra si è giustificata asserendo di non aver infranto la legge perché aveva in programma riunioni di lavoro con anziani cittadini tedeschi residenti in Costa Brava e di aver comunque  pagato di tasca sua gli spostamenti personali.

La trasferta di chauffeur e auto è costata diecimila euro e c’è chi  a Berlino osserva polemicamente che il noleggio di un’auto in Spagna o l’utilizzo di una vettura del consolato tedesco sarebbe costato meno. Di diverso avviso è ovviamente la signora Schmidt.

Imbarazzo nelle file dei socialdemocratici, mentre gongolano per la disavventura i cristiano democratici ed i verdi chiedono conto conto delle spese.