Gerusalemme Est: Arabia Saudita denuncia politica “arrogante” di Israele

Pubblicato il 24 Marzo 2010 9:43 | Ultimo aggiornamento: 24 Marzo 2010 9:43

L’Arabia saudita ha duramente denunciato oggi le affermazioni del primo ministro israeliano Benyamin Netanyahu su Gerusalemme est ed ha chiesto al Quartetto per il Medio Oriente (Usa, Ue, Russia e Onu) “spiegazioni” su queste dichiarazioni che secondo Riad mettono in difficoltà il processo di pace.

Ieri Netanyahu, poco prima di incontrare alla Casa Bianca il presidente Usa, Barack Obama, ha detto che Israele continuerà a costruire insediamenti a Gerusalemme est in quanto considera la “citta’ santa” sua capitale. Inoltre il primo ministro – secondo quanto riferisce l’agenzia Ansa-  ha minacciato di ritardare di un anno i colloqui di pace se i palestinesi manterranno le loro “irragionevoli e illogiche” richieste di congelare gli insediamenti a Gerusalemme est.

«Il regno saudita attende spiegazioni dal Quartetto sulla politica arrogante di Israele e la sua ostinazione a sfidare la comunità internazionale», ha detto il portavoce ufficiale saudita.